Odisseas Elitis

Odisseas Elitis (pseudonimo di Odisseas Alepudelis) nasce nel 1911 a Iraklio di Creta da genitori originari di Lesbo. Nel 1914 l’intera famiglia si trasferisce ad Atene. Nell’ateneo della capitale, nel 1930 Odisseas intraprende studi di Legge, ma non li completa. La precoce passione per le lettere lo avvicina al gruppo di “Ta Nea Gràmmata”, la rivista su cui pubblica le prime poesie, poi raccolte nel volume Orientamenti (1940), e in breve viene riconosciuto come uno degli autori più importanti della sua generazione. Tra il 1940 e il 1941 combatte sul fronte albanese e si ammala di tifo, rischiando di morire. Ad Atene, dopo la guerra, si afferma come critico letterario, giornalista e pittore. Dal 1948 al 1952 vive a Parigi, e stringe amicizia con i maggiori esponenti del Surrealismo europeo. Tornato ad Atene, svolge incarichi direttivi in prestigiose istituzioni culturali. Il poema Dignum est, pubblicato nel 1959 e musicato da Mikis Theodorakis nel ’64, lo consacra poeta nazionale. Riprende a viaggiare, e dal 1969 al 1971 risiede nuovamente a Parigi. Nel 1971, dopo un periodo di silenzio, ricomincia a pubblicare testi poetici: usciranno così in rapida successione numerose raccolte, per lo più brevi. Nel 1979 riceve il Premio Nobel per la Letteratura, secondo poeta greco dopo Ghiorgos Seferis. Muore ad Atene nel 1996.

COOKIES E CONDIZIONI D'USO DEL SITO
Questo sito utilizza solo cookies tecnici e analitici, anche di terze parti, al fine di offrire un servizio migliore agli utenti.
Per maggiori informazioni sui cookies accedi alla nostra Cookie Policy.
Dichiaro di aver letto e di accettare integralmente le Condizioni d’Uso del Sito.