Cees-Nooteboom

Cees Nooteboom, uno dei maggiori scrittori contemporanei, è nato a L’Aja il 31 luglio 1933. Autore pluripremiato di romanzi, poesie, saggi e racconti di viaggio, ha esordito nel 1955 con Philip e gli altri. L’anno successivo ha pubblicato la prima raccolta poetica, I morti cercano casa. Con Rituali (1980) e Il canto dell’essere e dell’apparire (1981) si è imposto all’attenzione internazionale. Nel 1950 ha attraversato in bicicletta il Belgio e il Lussemburgo: è stato il primo di numerosissimi viaggi all’estero, da cui sono nati straordinari reportage. Spesso definito “eterno nomade e cittadino del mondo”, Cees Nooteboom vive tra Amsterdam e Minorca. Tra i suoi ultimi volumi, Tumbas, Cerchi infiniti, 533. Il libro dei giorni, Addio e Venezia. Il leone, la città e l’acqua, editi da Iperborea, e l’antologia poetica Luce ovunque 2012-1964 (Einaudi). Le opere di Cees Nooteboom sono state tradotte in più di trenta lingue.

COOKIES E CONDIZIONI D'USO DEL SITO
Questo sito utilizza solo cookies tecnici e analitici, anche di terze parti, al fine di offrire un servizio migliore agli utenti.
Per maggiori informazioni sui cookies accedi alla nostra Cookie Policy.
Dichiaro di aver letto e di accettare integralmente le Condizioni d’Uso del Sito.